Donatella Zaccagnini Romito: Ingresso “Alla Buonora”

Ingegnere, Dottoressa in scienze dell’alimentazione, modella… mille sfumature fanno parte della sua vita!
Fa un ingresso con camminata sicura, testa alta e schiena dritta.

“Elegantissima” con un lungo abito celeste “Patatina Abiti da Cerimonia” ricoperto di glitter e paillettes, ampio spacco laterale da capogiro, si fa notare da subito… l’outfit è proprio “da sabato sera”! Anche il make up è pazzesco! C’è la mano di Arianna Gagliardi, make up artist Mac Cosmetics che impreziosisce gli occhi verdi di Donatella con uno smokey eyes blu dalle sfumature perlate e oro, rossetto rosso, conturing e illuminante nei punti giusti! L’effetto Wow è assicurato e perfettamente riuscito!

Alla domanda di Simone Lemmo, conduttore di Alla Buonora, “Chi è Donatella?”, la bella romana risponde: “Sono me stessa! Unica… come lo siamo tutti! Tutti abbiamo mille sfumature! Ci sono donne che sono mamma, donne che sono figlie, donne che lavorano, donne che stanno a casa… ognuno di noi ha mille sfumature! Non siamo persone catalogabili in un unico essere! Ognuno di noi ha mille sfumature e siamo unici per questo… ed è bello così!”

Donatella Zaccagnini Romito: intervista esclusiva “Alla Buonora”

La bella romana, Ingegnere, Dottoressa in scienze dell’alimentazione, e modella fa un ingresso elegantissimo nel salotto di Simone Lemmo “Alla buonora”.

Sicura e diretta fa un ingresso con un lungo abito celeste di Patatina, è “elegantissima… da sabato sera”! Si accomoda e risponde alle domande del conduttore. Analizzando la sua figura eclettica e poliedrica le viene chiesto “Qual è la sfumatura di cui vai più fiera e che ti identifica maggiormente? Io sono unica perché…” La bella romana risponde con sicurezza e senza esitazione “Le mie caratteristiche fisiche sono sicuramente uniche!” In effetti le caratteristiche fisiche della bella Donatella non passano di certo inosservate! Impossibile dimenticare i suoi occhi verdi con sguardo felino, i lunghi capelli ramati che incorniciano il suo volto, le labbra rosso cherry e il suo corpo statuario! “

Alcuni lati del mio carattere… il mio essere un po’ permalosa, ma anche saper accettare i miei limiti, saper riconoscere dove posso migliorare e dove invece sono a buon punto! Ognuno di noi può migliorare, ogni punto di arrivo deve essere un traguardo ma anche un punto di partenza per nuovi obiettivi da raggiungere e nuovi traguardi di successo! La vita è sempre un continuo divenire e un continuo scoprirsi!”

Donatella Zaccagnini Romito “Alla Buonora” ci parla della solitudine, delle sue paure, del suo sentirsi fortunata…

La bella romana alla domanda di Simone Lemmo nel Loft di “Alla buonora” sulla solitudine: “Qualche tempo fa in un’intervista tu hai detto “Spesso appaio come una persona egocentrica ed esibizionista, sono figlia unica, sono sempre stata un po’ il centro dell’attenzione ed è una caratteristica del mio carattere! In realtà sono una persona molto attenta, mi piace stare in compagnia, ma anche in solitudine! Apprezzo molto i miei momenti di solitudine! C’è stato invece un momento della vita in cui la solitudine ti ho fatto un po’ paura?”
A questa domanda Donatella risponde così ”Sinceramente la solitudine non mi ha mai fatto paura anche perché sono una persona fortunata, ho una famiglia che mi sostiene sempre! Mia mamma soprattutto è sempre presente quindi non ho mai sofferto la solitudine, lo posso dire con orgoglio e anche con soddisfazione personale perché delle volte alcune persone purtroppo vengono vengono lasciate sole e si sentono sole! Io invece fortunatamente ho sempre avuto delle persone, in particolare mia mamma, che mi ha sempre sostenuto in tutto, anche nei momenti molto difficili o anche nei momenti molto belli, quindi è sempre sempre stata presente e io per questo mi ritengo una persona molto fortunata!”

Donatella Zaccagnini Romito, intervistata da Simone Lemmo, “Alla Buonora” risponde ad alcune domande sui suoi sogni da bambina!

Il conduttore mostra alcune immagini di Donatella quando era bambina:
“Dovremmo avere un composite di alcune foto di Donatella da piccola… sono particolarmente interessanti vari momenti del tuo vissuto, vari momenti della tua infanzia… tu dicevi io sono stata molto fortunata perché la mia famiglia mi è sempre stata accanto sempre… tu hai due lauree in ingegneria sei Dottoressa in scienze dell’alimentazione, il sogno del mondo dello spettacolo, del successo da qualsiasi punto di vista possibile… come sono cambiati i sogni di questa bambina? Come sei cambiata tu come donna? Quando ti riguardi, quando ti rivedi… che cosa ti viene proprio istintivamente da dire alla Donatella bambina?”
Donatella risponde così…

“Un po’ mi commuovo e questo sicuramente perché sono tanti momenti felici, non solo questi ovviamente, ma ce ne sono tantissimi e sono momenti di vacanza momenti, momenti di condivisione, momenti di cerimonia, questa è un’immagine che forse è stata presa da un social che avevo messo per la festa della mamma… c’è anche un matrimonio importante di una mia cugina, ci sono alcune feste di compleanno, ci sono io da bambina… insomma sono tanti momenti belli di spensieratezza che sicuramente non torneranno più, ma in parte tornano anche sotto delle forme diverse perché comunque io tuttora con mia mamma rido, scherzo, ci andiamo a mangiare una pizza insieme, andiamo al ristorante, ci andiamo a mangiare il pesce, andiamo a fare una passeggiata a Via Del Corso, andiamo al prato, portiamo un cagnolini a spasso, facciamo tante cose che facciamo adesso proprio come ho fatto quando ero bambina!” ‎<This message was edited>

Donatella Zaccagnini Romito “Permalosa, esibizionista, possessiva” così nell’intervista “Alla buonora” di Simone Lemmo

La bella romana, così intervistata da Simone Lemmo: “Per definirti qualche tempo fa tu hai detto “Mi sento permalosa, esibizionista e possessiva” questi sono 3 aggettivi che hai utilizzato in un’intervista per definirti! Andiamo con ordine perché tu dici “permalosa… se c’è qualcosa che non mi garba non me lo dimentico, per farmelo dimenticare ci vuole tanta energia e tante dimostrazioni!” Qual è la più grande dimostrazione che ti hanno fatto per farti dimenticare un errore commesso?”

Donatella risponde: “Me ne hanno fatte tante di dimostrazioni! I fuochi d’artificio, le canzoni cantate sotto casa, regali molto importanti,… ma bisogna stare molto attenti! Sai la questione del vaso che si rompe… poi tu lo puoi incollare anche con le finiture d’oro ma il vaso rimane rotto! Quando tu rompi un rapporto oppure crei degli equilibrio o non equilibri, poi il rapporto va in quella direzione”

“Insomma Donatella perdona ma non dimentica!” continua il conduttore “Esibizionista… “mi piace mostrare, anche se mostro molto meno di quello che potrei mostrare! I social fanno vedere tante cose, io prima di mostrare qualcosa ci penso e non faccio vedere proprio tutto di me! Secondo te c’è una parte della tua vita che manca nel racconto di te? Una parte che le persone vedono non comprendono dai social?”
Donatella risponde: “Forse la parte più tenera e dolce! Quella è la parte che tengo più per me… sono una persona che crea uno schermo davanti a sé, un muro che le persone devono superare, però in realtà io ho anche tante sfumature da persona dolce, molto umana, molto tenera e quello forse è il lato che che emerge meno di me!”
Il conduttore continua così: “Dimmi tu se sei così tenera anche quando sei gelosa…! Dovete sapere che Donatella, parlando del suo essere possessiva, ha detto: “sono una persona possessiva nel senso di gelosa, gelosa in senso positivo, non gelosa delle altre persone perché magari vedo una persona che penso possa essere meglio di me e sono gelosa di lei…” “Qual è la cosa, la scenata o l’azione e il fatto, che hai messo in atto con qualcuno perché ti era partita proprio la gelosia…?”
La bella romana risponde: “Questa intervista me la ricordo benissimo, diceva che non sono gelosa in questo senso, anche perché, avendo un ego di me stessa abbastanza forte e alto, difficilmente vedo delle persone che su alcune cose potrebbero essere meglio di me, però ho proprio dei lati di possessività! Ad esempio nei confronti di mia mamma, quando mia mamma tiene in braccio i cagnolini, che sono i miei cagnolini, sento un sentimento di gelosia nei confronti del cane perché quel cane mi ricorda me quando ero bambina ed è come se in braccio di mia mamma ci dovessi essere solo io, ci voglio essere solo io, questo è un sentimento di gelosia molto forte che provo!

Altri sentimenti di gelosia nei confronti, ad esempio di amiche, di ragazzi… non ne ho particolarmente! Se un’amica o una persona tende a ad appropriarsi delle mie cose glielo faccio notare, ovviamente non non si prestano i piedi a nessuno e ognuno deve stare al suo posto, questo mi sembra il minimo e lo do per scontato!Sentimenti di gelosia non ne ho anche perché sono abbastanza sicura di me stessa!”

Donatella Zaccagnini Romito racconta il matrimonio di Guenda Goria e Mirko Gancitano “Alla Buonora”

Intervistata da Simone Lemmo, conduttore di “Alla Buonora” Donatella Zaccagnini Romito racconta come ha vissuto il matrimonio da favola tra Guenda Goria e Mirko Gancitano!
Il conduttore chiede: “Tra le tue foto ho visto alcune foto con Guenda Goria, perché tu sei stata anche questo matrimonio evento… c’è la foto con Giucas Casella, vedevo prima anche quella con Maria Teresa Ruta… che matrimonio è stato? Regalaci questo momento Gossip!”

Donatella risponde: “Il matrimonio è stato un matrimonio molto emozionante, un matrimonio molto sentito e molto vissuto, molto vero come se ne vedono pochi oggi! Io ho avuto la fortuna di viverlo per tre giorni perché siamo partiti insieme, abbiamo fatto il viaggio insieme, siamo arrivati e abbiamo avuto l’accoglienza meravigliosa sicula della famiglia dello sposo, di Mirko Gancitano, ci ha accolto e ci ha fatto sentire subito a nostro agio, ci ha fatto sentire proprio a casa, era come se stessimo a casa nostra però in Sicilia!

Poi Guenda Goria è una persona fantastica! È una persona che dal vivo è ancora più bella perché, io dico sempre… una caratteristica delle persone che a me piace tantissimo è guardare gli occhi e, quando sorridono gli occhi significa che sorride anche l’anima, ecco Guenda Goria se tu la guardi ti dà questa sensazione! Se la guardi negli occhi è una persona a cui sorridono veramente gli occhi e questo è bellissimo!

Il conduttore conclude: “Donatella io ti ringrazio, nel tempo che ci hai concesso, nei minuti che abbiamo raccontato di te e siamo entrati a curiosare un po’ nella tua vita ho visto quello che dicevi tu… gli occhi che ti sorridono e soprattutto gli occhi puri, sinceri e pieni di emozioni! Avrei avrei voluto farti un’altra domanda dedicata ai sogni nel cassetto però non te la faccio perché una volta hai detto che se i sogni si dicono a voce alta poi non si realizzano, quindi come se te l’avessi fatta, sappiamo che i sogni nel cassetto ci sono, io io ti auguro di realizzarli davvero con tutto il cuore!”

Donatella conclude e saluta: “Me lo auguro anche io, mi auguro di realizzare tutti i miei sogni, oltre a quelli che ho già realizzato per me stessa!”