TeatroBasilica, stagione 2023/2024: Niente si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma, MUFFA!

TEATROBASILICA

Niente si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma

MUFFA
stagione 2023/2024

La muffa, come tutti sanno, è tra i microrganismi più resistenti, in grado di sopravvivere anche nelle
situazioni più avverse. È un fungo microscopico che aiuta la natura a decomporre il materiale organico
morto e a ridargli nuova vita.
E “Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma” ci ricorda Lavoisier.
Muffa, insomma, vive dove c’è morte.
Così, nel vuoto che “mortifica” i nostri giorni, vogliamo essere Muffa per la città di Roma.
Dopo l’esplosione della pandemia il TeatroBasilica ha articolato tre stagioni: La prima, “Frammenti”
s’adoperava a descrivere il nostro disagio esistenziale, la seconda “Coordinate” delineava il tentativo di
comprendere quale potesse essere un possibile orientamento e la terza “Across the Universe” viveva
dell’aspirazione di riuscire a “riveder le stelle”.
Dopo aver vagato nello spazio sappiamo ora dove posare il nostro sguardo: non nelle costellazioni ma nei
piccoli anfratti della realtà, piccoli universi dove la Muffa rigenera incessantemente una realtà morta. Le
sue strutture geometriche, i colori accesi e vividi (a vederli al microscopio), l’inesauribile desiderio di vivere
è ciò che accomuna gli spettacoli che ospiteremo.
E, come la Muffa che si propaga, così noi abbiamo costruito una stagione dilagante, che si insinua in generi,
stili, discipline e campi artistici differenti.
Facendo vivere il nostro Teatro con strenua intensità, dalla mattina alla sera. Proponiamo i testi classici, il
teatro contemporaneo e la drammaturgia d’oggi. Manteniamo gli appuntamenti con la poesia e la
letteratura, la musica e la danza. Ci regaliamo grandi attori ed importanti registi, le compagnie riconosciute
e quelle più giovani. Abbiamo consolidato i rapporti con gli artisti cui ci sentiamo più affini, fatto nascere
collaborazioni con realtà italiane di gran pregio e siamo pronti a nuovi incontri e a nuovi progetti.
Spesso ci chiediamo, nei momenti di sconforto, perché non molliamo? A cosa serve un teatro come il
nostro in questa città inerte? Poi ci rendiamo conto che non si tratta di un fatto di “vocazione”, ma di
necessità, naturale come per la Muffa.
E così torniamo a lavorare.
“Quando la vita ti dà muffa fanne penicillina”

Alessandro Di Murro e Daniela Giovanetti

La Stagione 2023/2024 si apre con grandi nomi del nostro teatro.
Il 2 ottobre serata evento dedicata a ROBERTO HERLITZKA con Roberto Herlitzka a cura di ANTONIO
CALENDA. Dal 2020 al 2022 il TeatroBasilica ha ospitato un evento unico e straordinario: la lettura
completa della Divina Commedia da parte di Roberto Herlitzka. Tutti e cento i canti di Dante sono stati letti
integralmente da uno degli interpreti più importanti del teatro italiano in diciassette appuntamenti. Una
serata evento da non perdere in compagnia di Roberto Herlitzka e Antonio Calenda in cui i due protagonisti
si racconteranno al pubblico ripercorrendo anni di carriera.

SMARRIMENTO uno spettacolo scritto e diretto da Lucia Calamaro per e con Lucia Mascino scene e luci Lucio Diana costumi Stefania Cempini MARCHE TEATRO “L unica gioia al mondo è cominciare.” Cesare Pavese “Smarrimento” è un dichiarato elogio degli inizi e del cominciare. Di quel momento in cui la persona, la cosa, il fatto, appare o sbuca, ci incrocia insomma, creando presenza dove prima c’era assenza. Questo topoi fiorisce attraverso la figura di una scrittrice in crisi, oramai da un po’, che ha dei personaggi iniziali di vari romanzi che non scriverà mai, perché non riesce ad andare avanti. Gli editori, per sfangare l’anticipo, le organizzano reading/conferenze in giro per l’Italia, in modo da tirar su qualche economia mentre lei non produce niente di nuovo e in un colpo solo riuscire a vendere all’uscita degli eventi, qualche copia delle vecchie opere. Quando non si riesce a continuare, non si può che ricominciare. L.C.


La stagione, “Di Quella Che Chiamano Prosa”, si aprirà ufficialmente il 29 settembre con CHIARA
GUIDI/SOCIETAS con Esercizi per voce e violoncello sulla Divina Commedia: Inferno. Violoncello Francesco
Guerri. Lo spettacolo era programmato nel maggio del 2023 al TeatroBasilica nella rassegna
CONGIUNZIONI, progetto di ricognizione delle arti sceniche contemporanee a cura di Fabio Biondi. A causa
dell’alluvione che ha colpito l’Emilia, lo spettacolo era stato rinviato e ci è sembrato giusto riprogrammarlo
per l’apertura della stagione. “Dal 2015 – scrive Chiara Guidi – svolgiamo esercizi di composizione sulle
parole di Dante e, per ogni canto delle tre cantiche, ricerchiamo ogni volta un’architettura che possa
manifestare il passaggio di una presenza: un corpo sonoro in transito sulle parole della Divina Commedia”.
Il 23 e 24 settembre – in una sorta di prologo di stagione – due serate promosse da A.G. PRODUZIONI che
da quest’anno entra nella grande famiglia del TeatroBasilica con Voci per Gilgameš – reading musicale,
testo e regia a cura di Noemi Ghetti, musiche di Francesco Venerucci e Henry Purcell, interpreti: Valentina
Gristina, Giorgia Porchetti. A.G. PRODUZIONI tornerà poi dal 10 al 12 maggio con Rosella, di Alberto
Saibene ed Egidia Bruno.
La stagione prosegue dal 5 al 8 ottobre con una proposta di M.A.T. (ex Teatro del Carretto): Ho bisogno
che qualcuno mi dica che sto bene, drammaturgia Maria Teresa Berardelli, regia Giacomo Vezzani, con
Elisa Di Eusanio, Giulia Galiani, Valentina Martino Ghiglia, Marta Nuti. Il 10 e 11 ottobre e 5 e 6 dicembre
2023, il TEATRO DEL LOTO porterà in scena Figli di Abramo di Svein Tindberg, adattamento e
interpretazione Stefano Sabelli.
E poi ancora, dal 13 al 15 ottobre NOVE TEATRO con Procedura, drammaturgia Renato Gabrielli, regia
Domenico Ammendola, con Massimiliano Speziani e Daniele Gaggianesi; dal 19 al 22 ottobre, PICCOLA
COMPAGNIA DAMMACCO con Spezzato è il cuore della bellezza con Serena Balivo ed Erica Galante,
ideazione, drammaturgia e regia Mariano Dammacco; il 24 e 25 ottobre il TEATRO DELLE DONNE propone
Teoria del numero perfetto applicata alla storia dell’utopia socialista, testo e regia Filippo Renda, con
Antonio Fazzini e Filippo Renda. Dal 27 al 29 ottobre Vita Amore Morte e Rivoluzione uno spettacolo
documentario di e con PAOLA DI MITRI. Dal 3 al 5 novembre LUISA BORINI proporrà Molto dolore per
nulla di e con Luisa Borini. Dal 9 al 12 novembre arriva FORT APACHE con Famiglia, drammaturgia e regia
Valentina Esposito.
Dal 14 al 19 novembre torna al TeatroBasilica l’attesissimo nuovo lavoro di un grande talento della scena
italiana: DANIELE PARISI con A volte Maria, a volte la pioggia, spettacolo per attore solo parlato a più
voci, tragico, comico suo malgrado.
Ancora un’importata collaborazione che si rinnova: dal 21 al 26 novembre è la volta di BIANCOFANGO con
Fragile show, drammaturgia Francesca Macrì e Andrea Trapani, regia Francesca Macrì, con Andrea Trapani.
Dal 30 novembre al 3 dicembre arriva al TeatroBasilica la COMPAGNIA LICIA LANERA con Guarda come
nevica. Cuore di cane, con Licia Lanera e Qzerty. Torna GIULIA TRIPPETTA dal 7 al 10 dicembre con Questa
non è casa mia. Dal 14 al 17 dicembre sarà la volta di Giusto di e con ROSARIO LISMA.
Il 21 dicembre appuntamento da non perdere con Il dio dell’acqua di GIANNI GUARDIGLI, regia di
Alessandro Di Murro, con DANIELA GIOVANETTI, musiche originali Enea Chisci, produzione Gruppo della
Creta.

La seconda parte di stagione si apre il 9 gennaio – fino al 14 – con la compagnia MEZZA LIRA con Letizia va
alla guerra. La suora, la sposa, la puttana, con Agnese Fallongo e Tiziano Caputo. Il 16 e 17 gennaio sarà
la volta di LST TEATRO con Dov’è finito lo zio coso, con Gianni Poliziani e Alessandro Waldergan,
adattamento teatrale e regia Manfredi Rutelli. LAURA SICIGNANO dal 19 al 21 gennaio proporrà I treni
della felicità, drammaturgia Laura Sicignano e Alessandra Vannucci, con Fiammetta Bellone, Federica
Carrubba Toscano, Egle Doria.
Dal 25 gennaio al 4 febbraio, sarà la volta di Smarrimento, uno spettacolo scritto e diretto da LUCIA
CALAMARO, per e con LUCIA MASCINO. Dal 12 al 18 febbraio, INDEX: un progetto artistico e produttivo
condiviso da Muta Imago (Claudia Sorace e Riccardo Fazi), Daria Deflorian e Antonio Tagliarini una
rassegna in cui si racconta al pubblico il proprio fare attraverso spettacoli, studi, incontri, masterclass. Il 21
febbraio Francesca Benedetti sarà Erodiade di Giovanni Testori, spettacolo a cura di Marco Carniti. Dal 23
al 25 febbraio FUCINAZERO presenta Carne di uomo e di balena, regia Matteo Finamore, drammaturgia
Jacopo Angelini e Francesco Battaglia, con Mario Berretta, Andrea Carriero, Lorenzo Giovannetti, Giulia
Rossoni. Dal 27 febbraio al 3 marzo torna al TeatroBasilica, ANDREA COSENTINO con Rimbambimenti.
Nando Paone, Daniela Giovanetti, Valeria Almerighi saranno i protagonisti dal 6 al 10 marzo di La lezione
di Eugène Ionesco, con la regia di ANTONIO CALENDA.
Il 12 marzo CARLA CHIARELLI sarà La ragazza Carla di Elio Pagliarani. Dal 15 al 17 marzo torna OSCAR DE
SUMMA con La sorella di Gesù Cristo. Il 21 e 22 marzo PIETRO ANGELINI sarà in scena con Un onesto e
parziale discorso sopra i massimi sistemi. Uno spettacolo di è con GIUSEPPE SCODITTI sarà quello in scena
dal 23 e 24 marzo, dal titolo Paolo Sorrentino vieni devo dirti una cosa, regia di Gabriele Gerets Albanese.
Il 26 e 27 marzo DONATO PATERNOSTER sarà Super Santos. Uno che ce l’ha fatta. Dal 3 al 7 aprile
BENEDETTA PARISI e ALICE SINIGAGLIA proporranno Funerale all’italiana.
Dal 8 al 28 aprile un progetto di Gruppo della Creta (la compagnia residente del TeatroBasilica) e Michele
Sinisi, produzione Gruppo della Creta, Elsinor centro di produzione, Fattore K: I Masnadieri, di FRIEDRICH
SCHILLER, regia di MICHELE SINISI, con Matteo Baronchelli, Stefano Braschi, Jacopo Cinque, Alessio
Esposito, Lorenzo Garufo, Amedeo Monda, Laura Pannia, Donato Paternoster (altri attori in via di
definizione). Un giovane Schiller nel 1781, nel clima inquieto dello Sturm und Drang, dedica questa
tragedia, I Masnadieri, alla figura di un grande ribelle sconfitto. Karl Moor la violazione radicale della legge,
la pratica estrema del male come unico mezzo per soddisfare la sua ansia d’ infinita grandezza e libertà.
Dal 3 al 5 maggio per la prima volta al TeatroBasilica arriva ELENA BUCCI con Canto alle vite infinite,
spettacolo che dopo aver debuttato a “Primavera dei Teatri”, sarà in scena per la prima volta a Roma.
Il 6 e 7 maggio, lo spettacolo selezionato dal bando inventaria: COMPAGNIA SUNNY SIDE con Uccidiamo il
re, scritto e diretto da Massimiliano Aceti. Dal 14 al 19 maggio Matteotti Medley, documentario teatrale a
c. di e con MAURIZIO DONADONI, regia Paolo Bignamini.
Ricca anche la proposta di concerti del TeatroBasilica con appuntamenti il 19 novembre 2023; 10 dicembre
2023; 21 gennaio 2024; 25 febbraio 2024; 11 marzo 2024; 21 aprile 2024 con PORTRAITS Sensing,
Listening, Breathing, Sounding a cura di MINIERA Teatro Basilica, una rassegna musicale concepita come
un’“esposizione”, che presenta o, meglio, “mette in opera” sei ritratti di sei realtà attive nel panorama
musicale di ricerca. (Email: info@minieraroma.it -Sito web: www.minieraroma.it – Instagram:
minieraroma)

Per la sezione LETTERATURA, da dicembre ad aprile un lunedì al mese alle ore 19.00 DAVIDE BRULLO E
FABRIZIA SABBATINI propongono Un raggio di oscurità_ Storie fra Oriente e Occidente: 11 dicembre
GEISHE, 19 febbraio UPANISHAD NELLA VERSIONE DI W.B. YEATS, 4 marzo UN RAGGIO DI OSCURITA’, 15
aprile ODISSEA NELLA VERSIONE DI T.E. LAWRENCE
E ancora da novembre a marzo un lunedì al mese alle ore 21.00 UN PROGETTO DI BARTOLINI/BARONIO
dal titolo RedReading, in un’atmosfera informale, un libro e il suo autore, incontrano il teatro, un progetto
che procede per cicli ed episodi: 13 novembre COME FRATELLI E SORELLE vite profughe, esistenze
partigiane, 18 dicembre PIATTI FORTI ratatouille di canzoni e parole, 22 gennaio QUANDO IL BAMBINO
ERA BAMBINO sguardi dentro la terra sonora di Peter Handke, 26 febbraio FEROCEMENTE VIVI scavando
a mani nude, intrecciando fili, 18 marzo una uova produzione in fase di allestimento.
La stagione si conclude con la sezione DANZA. Dopo il successo della stagione appena trascorsa torna dal
27-31 maggio, NEL BLU_ Esplorando gli orizzonti della danza contemporanea, rassegna di danza
contemporanea organizzata da TeatroBasilica e Gruppo della Creta. La rassegna nasce dalla volontà di
dare spazio ad artisti che siano in contatto con il presente e che guardino al futuro, sia nella loro ricerca
coreografica e di linguaggio corporeo che nella scelta delle tematiche che portano in scena.

INFORMAZIONI
Chi siamo: Musica, teatro, pittura, fotografia, cinema e letteratura devono avere uno spazio dove convivere perché
soltanto dalla somma di ognuna di esse si può trovare il senso dei nostri giorni. Si sono uniti per la costruzione del
“TeatroBasilica” l’attrice Daniela Giovanetti, il regista Alessandro Di Murro, il collettivo Gruppo della Creta e un team
di artisti e tecnici, con la collaborazione di Antonio Calenda. Un noi, fatto da generazioni ed esperienze diverse, che
mira a creare una comunità di persone prima e di pensieri e intenti poi. L’incontro rende imprevedibile l’esito del
racconto poiché intreccia volontà e traiettorie, identità e alterità che, moltiplicando il potenziale, abbattono appunto
i confini del prevedibile.
https://www.teatrobasilica.com/chi-siamo
Orari:
lunedì ore 19:00 – dal martedì al sabato ore 21:00 – domenica 16:30
Prezzi: Biglietto intero € 18,00
Biglietto ridotto € 12,00 (studenti, under 26, operatori)
Biglietto online € 15,00
Carnet 4 spettacoli € 40,00
Dove siamo:
Piazza di Porta San Giovanni 10, Roma
www.teatrobasilica.com
email: info@teatrobasilica.com
telefono: +39 392 9768519
Link utili
Sito https://teatrobasilica.com/
Facebook https://www.facebook.com/TeatroBasilica
Instagram https://www.instagram.com/teatrobasilica/

(Comunicato e foto da ufficio stampa)